Pape Cajon

STORIA DELLO STRUMENTO

Che cos’è il Cajón?

Il Cajón è uno strumento musicale che è riuscito a fondere insieme due campi separati, quello dei batteristi e quello dei percussionisti.

Questo strumento viene suonato percuotendo, solitamente con le mani, la parte frontale chiamata Tapa.

Per la sua costruzione si usa il legno, nella tradizione peruviana si utilizzava quello di cedro o di mogano, ma oggi invece si realizza con betulla, acero, frassino o pioppo.

Il suo nome deriva dalla sua forma, in spagnolo Cajón significa cassa o cassetta, infatti, rappresenta un parallelepipedo dalle dimensioni di 48 x 30 x 30 cm.

 

Da dove viene il Cajon?

Il Cajón ha origini peruviane, lo ritroviamo nei primi scritti del 19° secolo, anche se in realtà è nato qualche tempo prima.

All’epoca della schiavitù, veniva impedito di suonare le percussioni, e per aggirare il problema, è stato creato questo strumento che non somiglia a una percussione ed ha una forma totalmente diversa.

Il Cajón venne introdotto in Europa alla fine degli anni ’70 da Paco De Lucia, una leggenda spagnola del flamenco. Dagli anni’90 ha preso sempre più campo in quanto molti gruppi rock e pop hanno iniziato ad utilizzarlo nelle loro performance.

Percussionisti come: Alex Acuna, Antonio Carmona, David Kuckhermann, Mario Cortez, Patrizio Migliarini, Nina Rodriguez e Stephan Maass hanno contribuito allo sviluppo della sua popolarità.

LE TIPOLOGIE DI CAJON

Il Cajón si distingue in tre grandi famiglie:

Il CAJÓN TRADIZIONALE, caratterizzato dalla sola struttura in legno;

Il CAJÓN FLAMENCO, un’evoluzione di quello tradizionale che introduce al suo interno una cordiera composta da corde di chitarra e sonagli per alterarne il timbro;

Lo SNARE CAJÓN, caratterizzato dal montaggio internamente o esternamente di una cordiera rullante.

TROVA IL MODELLO ADATTO A TE

SCOPRI GLI STRUMENTI PAPECAJON

VAI AI PRODOTTI